PostFrontal Forum
PostFrontal Forum
PF Home | International_Forum | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?


 All Forums
 Area voli
 Allievi scuola
 CALCINATE O VOGHERA?
 New Topic  Reply to Topic
Author Previous Topic Topic Next Topic  

toga
New Entry

3 Posts

Posted - 06/06/2014 :  10:32:22  Show Profile  Reply with Quote
salve a tutti, sono parecchi anni che seguo il mondo del volo a vela, ma vuoi per impegni personali, vuoi per i costi non sono mai riuscito a concretizzare per ottenere la licenza GPL. Ora, che ho più o meno preso la decisione, mi trovo a dover sciogliere più di un dubbio tra le due scuole. Per me sono, logisiticamente parlando, quasi equidistanti per cui da questo punto di vista non saprei quale scegliere. Poi passiamo al discorso economico e qui vedo la macroscopica differenza: ci ballano oltre 1000 € per il solo ottenimento della licenza.Come mai così tanto? Purtroppo devo in primis fare, anche e soprattutto, una valutazione economica e questo giocherebbe a favore di Voghera. Proseguendo: quote sociali annuali + voli: mi sembra di capire che la quota associativa dell'Adele Orsi sia molto impegnativa a differenza di Voghera, ma anche qui a che prezzo poi vengono venduti i singoli traini per andarsi a divertire una volta brevettati? Andiamo avanti: possibilità di effetturare lezioni (che sia teoria e/o pratica) al di fuori dei canonici week end: si può farle anche (e non solo) nei giorni feriali LU-VEN? Su questo aspetto non ho trovato riscontri. Infine: qualità della didattica e istruttori: dove la bilancia pende di più? Mi sembra di capire che a Calcinate la qualità sia sopraffina, ma Voghera tutto sommato come è? Grazie a chi vorrà contribuire a dipanare i miei (primi) dubbi!

Coolwind
Moderator

Italy
8957 Posts

Posted - 06/06/2014 :  10:47:13  Show Profile  Visit Coolwind's Homepage  Reply with Quote
Toga, se devi andare al risparmio lascia perdere. Tanto più che se fai questo sforzo della licenza, devi essere consapevole che economicamente è il minore degli sforzi. A seguire ti devi comprare una macchina, e devi gestirla. E devi pagarti i traini comunque.
Metti in conto cinquemila euro l'anno per il gioco, più il capitale immobilizzato della macchina, e non sarai tanto lontano.
Go to Top of Page

toga
New Entry

3 Posts

Posted - 06/06/2014 :  11:02:37  Show Profile  Reply with Quote
ok ma è proprio necessario acquistarlo? Voglio dire noleggiarlo ogni volta che si vuole fare un volo è così impossibile?
Go to Top of Page

cernauta
Pterodattilo

800 Posts

Posted - 06/06/2014 :  11:50:28  Show Profile  Reply with Quote
in molti club, non so se a Voghera ma certamente a Calcinate, non si tratta di "noleggio" dell'aliante per i voli personali, ma di utilizzo della flotta disponibile, senza pagare una tariffa d'uso ma solo la quota sociale annuale.
L'utilizzo ha ovviamente dei limiti: se ci sono altri piloti a terra, devi riportare la macchina (di solito dopo un paio d'ore). In giornate non meteorologicamente bellissime, e meglio se nei giorni infrasettimanali, di fatto è probabile poter tenere l'aliante del club anche per 4 ore o più.

Cool però ha ragione riguardo ai costi: conseguire la licenza costa caruccio (o caro), ma ti resta per tutta la vita, se continui con ragionevole frequenza. Per continuare e praticare il volo in aliante come uno sport coltivandone la passione, il budget minimo annuale è di 3000 euro, meglio se hai i 5000 che cita Cool. (2000 di costi fissi vari, 30 decolli/anno a 50 euro/cad per 1000metri, qualche spesa di viaggio, trasferta ecc). Con l'esperienza di un anno o due, i tuoi voli "renderanno" di più in termini di durata, e potrai anche risparmiare agganciando le termiche a 500m, ma all'inizio le spese saranno più alte e la durata dei voli più breve.

Calcinate, il mio club, offre molto: apertura tutti i giorni (qualche limite il lun-mart, ma si vola), un gran numero di aerei da traino (quindi code brevi al decollo), operatività eccezionale, scuola aperta tutti i giorni, presenza di ben 260 soci quindi tante amicizie e opportunità, strutture accoglienti e confortevoli anche per amici e familiari. L'atmosfera è appassionata, con tensione all'agonismo e al risultato sportivo.
Molti altri club costano un po' o molto meno, ma sono spartani nelle strutture e/o nell'operatività. Le differenze si estendono alla presenza di personale stipendiato rispetto alla necessità di dare una mano per tutte le operazioni tecniche e burocratiche; alla pasta cucinata e mangiata in hangar, rispetto al pranzo al ristorante dell'aeroporto; al piazzale in cemento rispetto alla piscina con ombrelloni e così via.

Per me la passione è cresciuta nel tempo, quando ho iniziato a volare mai avrei pensato di farmi prendere fino al midollo e per un po' ero contento di fare qualche volo e poter semplicemente dire "sono un pilota". A suo tempo ho scelto Calcinate non per la piscina, ma per praticità: è lungo una strada che già percorrevo per altri motivi familiari. Alla fine, l'atmosfera del club mi ha contagiato e ora faccio in media 250 ore/anno. Non so se mi sarebbe potuto accadere in un altro club.
Per il volo a vela rinuncio ad altre spese (niente auto nuove, immersioni, sci ecc, se non a livelli ultra-cheap). Ovviamente nei club incontrerai persone come te, persone meno ricche di te, e persone che viaggiano in prima classe tutta la vita.

Domandati se preferisci iniziare low-cost, e poi vedere che succede in un club con orari limitati e strutture basiche, o se invece ti conviene iniziare dove le opportunità e disponibilità sono più grandi, con l'obiettivo di ampliare le esperienze.

Per concludere, la qualità degli istruttori è più o meno la stessa ovunque. Vai tranquillo. Nessuno è incompetente o superficiale.
Le differenze sono caratteriali: c'è quello che non ha passione sportiva, o quello che nel tempo libero fa anche le gare, e di solito la mentalità si riflette anche sull'atmosfera della scuola. Ma entrambi ti insegnano a pilotare bene e in sicurezza.

aldo cernezzi
Go to Top of Page

Coolwind
Moderator

Italy
8957 Posts

Posted - 06/06/2014 :  13:09:44  Show Profile  Visit Coolwind's Homepage  Reply with Quote
Noleggiare un aliante ogni volta che si vuole fare il volo ha senso se sei già capace di volare e non fai piu i balistici.
Per balistici: decolli, non sai stare in termica, atterri dopo circa 15 minuti. Hai buttato via i soldi del traino e del noleggio.
Prima devi imparare a volare, e il corso della licenza di insegna solo a decollare ed atterrare, piu i fondamentali.
Poi devi imparare a volare sul serio, e se al brevetto ci arrivi con circa 14 ore di volo, ne devi mettere in conto almeno altre 40 per cominciare a capirci qualcosa. Dopo 100 ore cominci ad andare in giro, se tutto va bene.
E' per questo che dopo il brevetto si deve iniziare un percorso di formazione chiamato di secondo periodo, dove si impara il resto.
Il secondo periodo puo durare qualche anno.
E' naturalmente vero che anche nei voli locali, per quanto brevi, ci si diverte e ci si emoziona.
Difatti molti piloti rimangono in questa "fase" per qualche anno. Poi inevitabilmente o progrediscono o smettono per sempre, quando non provano piu le stesse emozioni volando sempre sopra lo stesso campo.
Ma non la farei complicata in questa fase: non puoi sapere quanto ti appassionerà! Metti a budget il necessario, come se dovessi andare in crociera, e non pensarci piu. Pensa solo a volare, e sopratutto quando decolli lascia a terra soldi, problemi personali e budget. Quando dopo tanti sforzi (anche economici) riuscirai a stare in termica con i falchetti, capirai che certe cose veramente non hanno prezzo.

Go to Top of Page

toga
New Entry

3 Posts

Posted - 06/06/2014 :  14:36:53  Show Profile  Reply with Quote
ok ora mi è sufficientemente chiaro lo scenario anche e soprattutto grazie al preziosissimo ed esaustivo post di Aldo...
Bisogna ora che mi faccia i conti in tasca non solo per l'immediato (conseguimento licenza) ma in un'ottica di progressione futura nel corso degli anni con il relativo esborso economico. Un conto è spendere 3k o 4k per il solo brevetto ( e poi lasciarlo "morire" per impossibilità di portare avanti questo "hobby") e sostanzialmente perdere il capitale iniziale, un conto è sostenere sempre economicamente la passione (quella c'è) negli anni a venire.

Edited by - toga on 06/06/2014 14:38:55
Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
Jump To:
PostFrontal Forum © PostFrontal - La community del Volo a Vela Go To Top Of Page
This page was generated in 0.27 seconds. Snitz Forums 2000

Suggerimenti dello staff:

                                         

Note legali (italiano):
Privacy Policy Cookie Policy
Legal notice (english):
Privacy Policy Cookie Policy

PostFrontal S.A.S. di Giuliano Golfieri & c. - P.I. 05264240960