PostFrontal Forum
PostFrontal Forum
PF Home | International_Forum | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?


 All Forums
 Argomenti principali
 Off Topic
 come si diventa pilota trainatore?
 New Topic  Reply to Topic
Author Previous Topic Topic Next Topic  

fratac
Falchetto

101 Posts

Posted - 10/11/2011 :  14:18:29  Show Profile  Reply with Quote
Siccome sono interessato a tutti gli aspetti del volo, mi piacerebbe sapere come si può diventare piloti trainatori. In caso di possesso di altri brevetti ( attestato VDS, PPL, PPL-H, ...), e come ci si organizza solitamente per operare da un aeroporto (in parole povere come si svolge una giornata-tipo di un pilota trainatore). Se per caso conoscete uno di questi piloti o magari lo siete voi stessi, vi sarei grato se rispondesse a queste mie curiosità, che a certi sembreranno certo persino ridicole.
Grazie.
Ciao a tutti

fziche
Pulcino

Italy
59 Posts

Posted - 10/11/2011 :  14:33:24  Show Profile  Reply with Quote
Ciao, se hai già una certa esperienza di volo, per diventare trainatore ti basta un'abilitazione presso una scuola certificata.
Poi arriva il bello: ti viene assegnata una giornata al club e se ti va bene cominci i traini verso le 10.30 e scendi dall'aereo dopo le 16.00 ... Molto stringato ma spero eloquente.

PS: a Thiene se vuoi siamo da poco anche scuola trainatori (con un po' di regole restrittive locali per i mezzi utilizzati).

Ciao
Francesco
Go to Top of Page

michele
Pterodattilo

Italy
4917 Posts

Posted - 10/11/2011 :  14:51:08  Show Profile  Reply with Quote
In che zona sei? Ad Alzate ne stiamo formando diversi.

Michele Borghi
AVL - http://www.avl.it

Se la prima volta non ti riesce, il paracadutismo non fa per te. [Legge di Murray]
Go to Top of Page

libelle
Pulcino

Italy
69 Posts

Posted - 10/11/2011 :  15:35:21  Show Profile  Visit libelle's Homepage  Reply with Quote
Il pilota trainatore deve essere titolare di licenza PPL (A ovviamente, non H) con specifica abilitazione al traino alianti. Il termine "brevetti" non dovrebbe più essere utilizzato, perlomeno in ambito civile. Difatti, pur tutt'ora esistendo il "brevetto di pilota militare", il cosiddetto "brevetto di pilota (civile)" è una definizione obsoleta. Dal 2001 tutti i titoli aeronautici civili che abilitano al pilotaggio di aeromobili si chiamano "licenze".
L'attestato VDS, pur essendo riconosciuto da Ministero dei Trasporti, non è un titolo aeronautico e non consente di effettuare attività di traino, perlomeno non in Italia.
In parole povere quale è il compito di un pilota trainatore in un club di volovelstico?
Il trainatore di turno ha un compito che a dir poco definirei assolutamente essenziale.
Il trainatore è il primo ad arrivare in aeroporto e l'ultimo ad andarsene.
Un club numerosissimo, con tantissimi alianti pronti al decollo è assolutamente niente senza un capace e solerte trainatore che, pazientemente, si occupa di fare il mulo per portare tutti per aria.
Il trainatore deve essere animato da una grandissima passione in quanto trainare alianti non è propriamente "volare".
Si tratta di fare la spola terra-cielo, cielo-terra per voletti che mediamente durano dieci minuti.
Trainare un aliante è una responsabilità e un incarico che non deve essere compiuto alla leggera. Naturalmente il trainatore è assolutamente responsabilizzato sulla salvaguardia del traino. Più in particolare sul suo motore.
Prima dell'attività operativa il trainatore di turno presiede a vari compiti come la preparazione dell'aereo (benzina, olio, controlli etc.) e dei cavi di traino.
Per tutta la giornata di volo dovrà essere il perno di tutta l'attività in quanto un volo cross country da centinaia di Km non può certo avvenire senza un bravo trainatore che porta l'aliante per aria, magari "scodellandolo" nel punto giusto per agganciare subito.
Detto in parole generiche è più o meno così.
Go to Top of Page

fratac
Falchetto

101 Posts

Posted - 10/11/2011 :  17:05:12  Show Profile  Reply with Quote
Sono venuto un paio di volte ad Alzate, l'ultima alla fine di ottobre
Go to Top of Page

SPATZ
Pulcino

Italy
53 Posts

Posted - 10/11/2011 :  21:28:24  Show Profile  Reply with Quote
Se poi il trainatore è anche volovelista non guasta Enzo.
Go to Top of Page

michele
Pterodattilo

Italy
4917 Posts

Posted - 11/11/2011 :  10:04:51  Show Profile  Reply with Quote
Beh se ti interessa avere informazioni sull'iniziativa che abbiamo appena iniziato scrivi all'indirizzo della segreteria (la trovi su www.avl.it) o a me.

Ciao




Michele Borghi
AVL - http://www.avl.it

Se la prima volta non ti riesce, il paracadutismo non fa per te. [Legge di Murray]
Go to Top of Page

Thunderjet
Pterodattilo

Italy
1517 Posts

Posted - 04/02/2012 :  13:16:12  Show Profile  Visit Thunderjet's Homepage  Click to see Thunderjet's MSN Messenger address  Reply with Quote
quote:
Originally posted by libelle

Il pilota trainatore deve essere titolare di licenza PPL (A ovviamente, non H) con specifica abilitazione al traino alianti. Il termine "brevetti" non dovrebbe più essere utilizzato, perlomeno in ambito civile. Difatti, pur tutt'ora esistendo il "brevetto di pilota militare", il cosiddetto "brevetto di pilota (civile)" è una definizione obsoleta. Dal 2001 tutti i titoli aeronautici civili che abilitano al pilotaggio di aeromobili si chiamano "licenze".
L'attestato VDS, pur essendo riconosciuto da Ministero dei Trasporti, non è un titolo aeronautico e non consente di effettuare attività di traino, perlomeno non in Italia.
In parole povere quale è il compito di un pilota trainatore in un club di volovelstico?
Il trainatore di turno ha un compito che a dir poco definirei assolutamente essenziale.
Il trainatore è il primo ad arrivare in aeroporto e l'ultimo ad andarsene.
Un club numerosissimo, con tantissimi alianti pronti al decollo è assolutamente niente senza un capace e solerte trainatore che, pazientemente, si occupa di fare il mulo per portare tutti per aria.
Il trainatore deve essere animato da una grandissima passione in quanto trainare alianti non è propriamente "volare".
Si tratta di fare la spola terra-cielo, cielo-terra per voletti che mediamente durano dieci minuti.
Trainare un aliante è una responsabilità e un incarico che non deve essere compiuto alla leggera. Naturalmente il trainatore è assolutamente responsabilizzato sulla salvaguardia del traino. Più in particolare sul suo motore.
Prima dell'attività operativa il trainatore di turno presiede a vari compiti come la preparazione dell'aereo (benzina, olio, controlli etc.) e dei cavi di traino.
Per tutta la giornata di volo dovrà essere il perno di tutta l'attività in quanto un volo cross country da centinaia di Km non può certo avvenire senza un bravo trainatore che porta l'aliante per aria, magari "scodellandolo" nel punto giusto per agganciare subito.
Detto in parole generiche è più o meno così.




Ci sono un sacco di volovelisti che certe cose se le dimenticano spesso....


Non mi ricordo bene perchè è passato una sacco di tempo ma mi pare ceh debba avere anche un minimo di 100 ore PIC (pilot in comand) di cui 50 possono essere di volo a vela se ha la licenza di VV poi viene fatto un addestramento presso una scuola di VV e poi viene trascritta l'abilitazione sulla licenza PPL.

Happy Landings...
Meglio essere a terra e sognare di essere in volo che essere in volo e sognare di essere a terra


Cun calma e cun pazienza, ghan fà el bus del cuu a vun che l'era senza.
-------------------------
Go to Top of Page

freewing70
Pterodattilo

Italy
1250 Posts

Posted - 09/02/2012 :  15:09:39  Show Profile  Visit freewing70's Homepage  Reply with Quote
@FraTac
http://www.aecaosta.it/trainatori/corso.htm

Vieni che ti insegniamo a trainare con un po' di vento robusto, cosi' fuori Valle ti parra' un gioco da pischelli.

** ** **

Hai un PPL con almeno 100 ore PIC?
Oppure hai un CPL e vuoi accumulare ore di volo?
Che cosa stai aspettando?!


L’Aeroclub di Aosta ti propone il corso di Abilitazione al Traino a soli 650 euro.

Il corso comprende:
- 3 voli in aliante come osservatore con Istruttore
- volo di familiarizzazione su DR400 di 20 minuti
- 10 traini di addestramento a doppio comando con Istruttore
- 5 traini da solista con istruttore a bordo dell’aliante
- 2 ore di corso teorico preparatorio
- materiale istruzionale

Il corso si svolgerà in una sola giornata presso l’aeroporto Regionale Corrado Gex di Aosta (LIMW) ---> tel. Aeroclub Valle d'Aosta 0165/262442.

Non perdete l’opportunità di imparare l’arte del traino in una bellissima ed impegnativa località di montagna: in Valle d’Aosta.

- enrico
parapendio.pro
http://www.architettogirardi.it

Edited by - freewing70 on 09/02/2012 15:11:06
Go to Top of Page

fratac
Falchetto

101 Posts

Posted - 09/02/2012 :  16:40:49  Show Profile  Reply with Quote
Grazie a tutti delle risposte giunte sinora, tutte molto utili a me per capirci un qualcosa di più.

Prendo al volo l'occasione per farvi un'altra domandina per me molto importante: se si volessero fare, per ipotesi, tutt'e due i brevetti, sarebbe meglio cominciare con il PPL o il GPL? Ovviamente restando il più imparziali possibile. Lo scopo è quella di ottimizzare al meglio la mia esigua liquidità!

Grazie e ciao a tutti!

Paolo
Go to Top of Page

bernie
Pulcino

65 Posts

Posted - 09/02/2012 :  22:12:17  Show Profile  Reply with Quote
Se l'economia è un fattore preponderante, fai il GPL e lascia stare il PPL. Il corso costa circa un terzo e l'attività minima di mantenimento pure. Se però con un PPL puoi andare a mangiare fuori e tornare senza timori anche con qualche amico (ditemi se sbaglio) ciò è impossibile con il GPL in quanto le 14 ore servono principalmente a decollare al traino, ad imparare un pò di aerodinamica e gli effetti dei comandi e a riportare pellaccia e aliante a terra sano e salvo. Però il volo in aliante è uno sport che più segui e meno ti annoia in quanto ogni volo è differente e ti permette di crescere ed imparare cose sempre nuove. Mentre il PPL è turismo aereo ed eventualmente lavoro, tipo traino alianti (non pagato) che però non potrai fare prima di un 3/4 anni dalla licenza, a meno di possibilità economiche esagerate o semplicemente mirate al conseguimento di CPL e ATPL per una vita da pilota... Spero i miei consigli ti possano essere utili e in bocca al lupo..
Go to Top of Page

michele
Pterodattilo

Italy
4917 Posts

Posted - 13/02/2012 :  11:09:05  Show Profile  Reply with Quote

Anche secondo me ti conviene iniziare dal GPL, ti costa molto meno, ti diverti comunque e impari a pilotare in modo un po' piu' raffinato.
Visto che vuoi fare entrambi inizierei da quello, poi magari scopri che ti piace.
Ho portato in volo un pilota PPL che era incuriosito dalla GPL e non ne sapeva nulla.
Al termine del volo mi ha detto: "Non pensavo fosse cosi', in aliante vai sempre in volo con un obiettivo, con il motore il mio obiettivo e' quasi sempre quello di fare ore per il mantenimento del brevetto".

Michele Borghi
AVL - http://www.avl.it

Se la prima volta non ti riesce, il paracadutismo non fa per te. [Legge di Murray]
Go to Top of Page

fratac
Falchetto

101 Posts

Posted - 13/02/2012 :  14:23:29  Show Profile  Reply with Quote
Eh, si era un pò quello che avevo in mente io ma volevo essere sicuro anche perchè l' esborso è notevole.

Ciao
Go to Top of Page

FabioB
Aquilotto

Italy
223 Posts

Posted - 02/07/2012 :  18:03:02  Show Profile  Reply with Quote
Allora, mi pare tu parta da zero, quindi devi fare 45 ore di volo per conseguire il PPL, se hai una licenza VDS o GPL ne devi fare 35. Nel lontano 2006 per fare il PPL (35 ore perchè avevo già il GPL) sborsai, più o meno, 7500 euri.
Poi devi fare le 100 ore, ma se ne hai già fatte con l'aliante valgono come Pilot in command e vengono riconosciute, infatti io ho fatto l'abilitazione con meno di 80 ore di PPL. Per questa abilitazione non c'è un esame, ma solo l'attività con l'istruttore già scritta in qualche post sopra e dei voli in aliante se non hai la GPL.

A questo punto inizia il bello: al mattino arrivi e controlli l'aereo, fai benza, e ti prepari all'attività. Nel mio club non c'è la scuola e quindi si inizia a trainare quando "è buona", decolli e poi cerchi di salire più in fretta possibile cercando tutte le termiche, poi cerchi di scodellare l'aliante in termica e appena lui sgancia devi immediatamente tirati via dalle balle per lasciargli la termica, picchiando come uno Stuka e cercando poi di perdere quota il più rapidamente possibile per non far spendere tanto all'amico che hai appena trainato, ma allo stesso tempo devi cercare di non raffreddare troppo il motore perchè lo spacchi. E vai avanti così finchè ci sono alianti da trainare.
Sembrerebbe tutto facile, ma....a volte ti capita quello che mette giù l'ala in partenza e va a destra e sinistra spostandoti la coda, poi quello che è tanto che non vola, poi quello che è negato, poi quello che essendo negato vola poco e quando viene a volare? Ma quando è bello turbolento, naturalmente e tu ti reciti tutto il rosario nel momento in cui dai manetta!!!Poi ti capita quello che va ad ammazzare l'insetto che gli sta ronzando in abitacolo, perde l'assetto e ti va altissimo picchiandoti in modo osceno finche non si spacca il fusibile meccanico sul gancio di traino, quello che ti dice "sganciato" senza aver controllato che la corda sia veramente sganciata e in realtà non lo è, quello che non vuole prendere tutta la pista perchè tanto ce ne abbastanza, quello che sotto costone ha paura e si allontana facendoti andare te verso il costone....insomma, una vita da trainatore!!!
Go to Top of Page

michele
Pterodattilo

Italy
4917 Posts

Posted - 03/07/2012 :  14:50:01  Show Profile  Reply with Quote
Hai dimenticato la frase finale ...E quasi nessuno che ringrazia...

Michele Borghi
AVL - http://www.avl.it

Se la prima volta non ti riesce, il paracadutismo non fa per te. [Legge di Murray]
Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
Jump To:
PostFrontal Forum © PostFrontal - La community del Volo a Vela Go To Top Of Page
This page was generated in 0.22 seconds. Snitz Forums 2000

Suggerimenti dello staff:

               

Note legali (italiano):
Privacy Policy Cookie Policy
Legal notice (english):
Privacy Policy Cookie Policy

PostFrontal S.A.S. di Giuliano Golfieri & c. - P.I. 05264240960